MULTIRIFLETTENTI A CAPPOTTO

(TRISO SUPER 10 – TRISO MURS)

multiriflettente_01

Gli isolanti sottili riflettenti multistrato sono  materiali tecnici a spessore ridotto costituiti dall’unione di pellicole di materiale riflettente ed elementi isolanti combinati (ovatta, schiume, lana di pecora, ecc.). La specifica natura di questo tipo di isolanti, combinata con l’installazione tra due intercapedini d’aria, obbliga l’energia a trasmettersi per IRRAGGIAMENTO, piuttosto che per conduzione o convezione, come invece agiscono gli isolanti tradizionali.

Partendo dalla stessa efficienza termica, gli isolanti sottili riflettenti multistrato permettono di realizzare dispositivi isolanti  da 3 a 5 volte più sottili rispetto agli isolanti spessi tradizionali, il tutto concentrato in un pacchetto di 6/7 cm.

Il risultato in termini di comfort diffuso negli ambienti, è percepibile sia in inverno che in estate: in inverno si crea una barriera al freddo e il calore emesso viene restituito all’interno delle stanze, in estate l’irraggiamento solare viene rimandato all’esterno.

Campi di applicazione: pareti e soffitti  e tetti di  edifici residenziali, commerciali e industriali.

 

VANTAGGI

Gli isolanti sottili riflettenti multistrato garantiscono:

 

COMFORT TERMICO:

in inverno creano una barriera al freddo e restituiscono il calore emesso all’interno delle stanze,  in estate rimandano all’esterno l’irraggiamento per evitare il surriscaldamento nei sottotetti.

/

SPESSORE RIDOTTO:

Non superano i 70 mm di spessore a sistema ultimato, quindi garantiscono maggior volume e superficie abitabile. Particolarmente raccomandati nelle ristrutturazioni per conservare l’estetica dell’edificio.

RISPARMIO:

Notevole risparmio energetico, si abbatte totalmente la dispersione termica.

}

DURATA:

Stabilità dimensionale e resistenza meccanica garantiti nel tempo, non favoriscono la nidificazione di roditori, film intermedi protetti dalla polvere per mantenere inalterata l’efficacia.

Z

In Inverno

Poiché la temperatura interna è superiore alla temperatura esterna, il calore generato dall’impianto di riscaldamento tende a dissiparsi verso l’esterno: parliamo quindi di dispersioni termiche dell’alloggio.

L’isolamento ha la funzione di ostacolare le dispersioni termiche.

Z

In estate

Quando la copertura è esposta al sole, la temperatura delle tegole può raggiungere i 60°C e quella delle ardesie i 90°C. La superficie della copertura emette un irraggiamento termico elevato all’interno dell’abitazione che nuoce fortemente al comfort fisiologico degli occupanti.

L’isolamento ha quindi la funzione di creare una barriera al passaggio del calore.

 

Facilità di posa

I rotoli d’isolante ACTIS sono leggeri, facili da trasportare, da immagazzinare e da posare.

La flessibilità degli isolanti ACTIS ne consente l’adattabilità a qualsiasi supporto di qualunque forma.

Si tagliano con il cutter ACTIS con le forbici e possono essere posati e fissati tramite graffe, viti o colla.

La loro flessibilità consente l’adattabilità a qualsiasi supporto di qualunque forma. Si tagliano con il cutter ACTIS con le forbici possono essere posati e fissati tramite graffe, viti o colla.

Gli isolanti ACTIS sono garantiti senza fibre irritanti.  Non è richiesta nessuna particolare attrezzatura per la posa.

Unica precauzione: in caso di posa dall’esterno, indossare degli occhiali da sole per evitare di essere abbagliati.

 

 

 

DOWNLOAD DOCUMENTAZIONE

   

DOWNLOAD DOCUMENTAZIONE

INTERVENTO DI ISOLAMENTO TERMICO DI UN SOTTOTETTO

Applicazione di TRISO SUPER 10+, isolante termoriflettente prodotto dalla società ACTIS, avente le seguenti caratteristiche:

  • Resistenza termica R=5,25 mq.K/W, certificata in opera da BM TRADA equivalente a 210 mm di lana minerale avente conducibilità termica lamba=0,040 (riferimento metodo BIP 001).
  • Numero di componenti: 19 di cui 2 pellicole metallizzate con griglie di rinforzo, 3 tipi di ovatta, 8 schiume, 6 pellicole riflettenti intermedie.
  • Massa superficiale: 738 gr/mq.
  • Spessore: mm 35 circa.
  • Resistenza a trazione: longitudinale > 600 N (secondo EN 12311-1), trasversale > 400 N
  • Resistenza alla lacerazione: longitudinale > 400 N (secondo EN 12310-2), trasversale >450 N.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni!

Contattaci